C.R.I.C.D.

Complesso monumentale Santa Maria dello Spasimo

Proprietà
Comune
Tipologia
Complesso monumentale

Descrizione

Intorno al 1506 il giureconsulto Giacomo Basilicò diede ai monaci di Monte Olivete un terreno nella città di Palermo per costruire una chiesa e un convento, probabilmente per la sua devozione verso la Madonna che soffre, 'spasima', dinanzi al Cristo in croce. La chiesa assai probabilmente non venne mai completata. Nel 1569 il Senato palermitano, acquistò a scopi militari chiesa e convento. Ma nel 1582 il vicerè Marcantonio Colonna volle destinare questo grande spazio alle rappresentazioni teatrali. Qui infatti furono allestiti spettacoli quali "Il martirio di Santa Caterina", il "Ratto di Proserpina", drammi di Torquato Tasso. Nel 1624 l'epidemia della peste e la conseguente necessità di integrare gli spazi ospedalieri di Palermo impose la trasformazione di una parte del monumento in 'lazzaretto' per ospitare gli ammalati. In seguito l'edificio fu adibito a magazzini di grano e cereali e dopo in albergo dei poveri e 'deposito di mendicità'. Nel 1855 venne trasformato parzialmente in ospedale e dopo l'Unità d'Italia in deposito merci. Solo nel 1988 ebbe inizio un lungo e diffcile intervento per risanare i gravissimi danni strutturali, causati peraltro anche dai vari terremoti e alluvioni. Oggi lo Spasimo è un luogo ricco di magia, dalla fisionomia di rovina romantica, che ospita a cielo aperto e tra gli alberi rigogliosi di sommacco innumerevoli eventi culturali, rappresentazioni teatrali e musicali.

Responsabile

Comune di Palermo

Accessibilità

Si

Nota

Accessibile ai disabili

Telefono

00390918431605

Fax

00390918889893

Chiusura Temporanea

no

Motivo Chiusura

Inesistente

Ente Competente

Comune di Palermo

Ente Gestore

Ati, Civita Servizi, Civita Sicilia, Silvana Editoriale

Riduzioni

NULL

Orario biglietteria

NULL

Prenotazioni

Nessuna prenotazione

Indirizzo

Piazza Spasimo

Regione

Sicilia